Villa Arconati

  • Seguici su
  • facebook
  • YOUTUBE
  • Google Plus

Presenza - un dialogo fra passato, presente e futuro

30/04/2017

22/10/2017

Tanti sono i modi di intendere un bene culturale oggi.
Per Fondazione Augusto Rancilio uno dei significati che dà senso a un luogo di cultura è intenderlo come un luogo di presenza. Per lungo tempo Villa Arconati è stato un luogo dell’assenza, chiuso al pubblico e disabitato.

Oggi Fondazione Augusto Rancilio vi porta Presenza:
Presenza fisica di un pubblico che possa entrare e far propria la cultura di un luogo. Per questo fondamentale per FAR è aprire al pubblico Villa Arconati e condividere il lavoro svolto. Presenza in quanto tratto esteriore che racconta agli altri un luogo. Per questo FAR non espone solo Villa Arconati ma cerca continuamente nuovi contenuti tramite la realizzazione di attività. Presenza come consapevolezza di un luogo e dei suoi significati. Per questo FAR promuove studi e ricerche tramite il proprio Centro Studi. Presenza materiale di un luogo che va tutelata. Per questo FAR conduce un importante progetto di recupero di Villa Arconati.
Sono questi i segni che caratterizzano il progetto di valorizzazione che Fondazione Augusto Rancilio sta conducendo in Villa Arconati-FAR e con questa esposizione FAR vuole iniziare a riflettere insieme al pubblico sul significato della presenza, oggi, di un bene culturale. Villa Arconati-FAR è presente non in quanto museo del passato ma come luogo di cultura per il futuro. Per lungo tempo Villa Arconati è stato un luogo dell’assenza, chiuso al pubblico e disabitato. Oggi FAR vi porta Presenza.

L’ESPOSIZIONE in breve
Con questa esposizione Fondazione Augusto Rancilio riapre al pubblico una parte di Villa Arconati per lungo tempo chiusa, riportandovi presenza in tutte le sue accezioni. In queste sale sono esposte opere provenienti dalla collezione Kiron Espace, scelte dalla Fondazione per dialogare e confrontarsi con Villa Arconati. In assonanza con il termine “presenza” tratto dalla lingua italiana, l’esposizione ripropone alcuni dei significati di questa parola accostandoli all'interpretazione fatta dai 3 soggetti in mostra. Ciascuna stanza approfondisce quindi uno dei 4 significati di presenza che caratterizzano anche il progetto di Fondazione Augusto Rancilio.

PRESENZA NELLA LINGUA ITALIANA
preṡènza s. f. [dal lat. praesentia, der. di praesens -entis «presente»].
1. Il fatto di essere presente in un determinato luogo, o di intervenire, di assistere a qualche cosa
2. Consapevolezza di sé
3. Con riferimento a cose materiali ne indica semplicemente l’esistenza, in un determinato luogo
4. Aspetto esteriore, modo di presentarsi 

Le sale non sono ancora state restaurate e in questa occasione si vogliono mostrare così come sono giunte a noi in modo che il visitatore possa scoprire autonomamente le tracce della presenza che per oltre 300 anni, qui, ha abitato.

L'esposizione è un dialogo fra:
PASSATO: Villa Arconati è una villa storica che racconta di un passato iniziato nel Seicento e continuato fino al Novecento.
PRESENTE: Kiron Espace è un centro d’arte francese che ha vissuto il suo presente e per una lunga parte del Novecento ha promosso la cultura contemporanea.
FUTURO: Fondazione Augusto Rancilio è un ente culturale che intende promuovere il futuro, senza scordare il passato e tenendo conto del presente. Per farlo sostiene i giovani e valorizza il passato come patrimonio per le nuove generazioni.

Artisti in mostra: Pierluigi Bellacci, James Brown, Barbara Chease Riboud, Emanuele Gregolin, Jean-Luc Guérin, Jean Guitton, François Martin, Eduard Pignon, Francesco Podesti, Andoche Praudel, Andrei Prychodko, André Queffurus, Michel Random, Antoni Taulè, Ommer Uwe, Varozza, Xavier Zimmerman

Presenza è organizzata e promossa da Fondazione Augusto Rancilio
Servizi educativi: Arianna Errico
Registrar: Martina Bortoluzzi
Ufficio tecnico: Michele Gianninò
Ufficio stampa: Sonia Corain
Comunicazione e immagine: Valeria Curseri e Marco Montulli
Presenza - un dialogo fra passato, presente e futuro, ogni domenica dal 30 aprile al 22 ottobre 2017. Piano Terra di Villa Arconati-FAR
INGRESSO LIBERO (previo pagamento dell’ingresso a Villa Arconati-FAR)



IL PERCORSO MOSTRA

Stanza 1
La prima stanza è dedicata alla presentazione del progetto di mostra. Per FAR il concetto di presenza è fondamentale nel proprio progetto di valorizzazione per Villa Arconati e proprio per questo ha pensato di confrontare la propria visione con quella di altri due soggetti culturali. Le sale seguenti raccontano al visitatore i significati di presenza. Partendo dai 4 significati proposti dal vocabolario italiano il percorso mostra dipana un parallelismo tra Far, Espace Kiron e Villa Arconati-FAR.

Sala 2
Presenza in Villa Arconati come possibilità di entrare in un luogo, di esservi presenti fisicamente e di interagirvi. Nel 2016 Fondazione Augusto Rancilio ha accolto in Villa Arconati oltre 40.000 visitatori. Le stanze della mostra sono aperte quest’anno per la prima volta al grande pubblico. Invito a un a presenza fisica ma anche emotiva dello spettatore.

Sala 3
Presenza come tratto esteriore: questa sala racconta un’attività condotta in tempi e modi differenti (passato, presente, futuro) da tutti e tre i soggetti. Presenza è il modo di percepire e restituire un luogo al pubblico, in questo caso attraverso la cinepresa e l’arte.

Sala 4
Presenza come consapevolezza di sé vuol dire comprendere il significato di un luogo, ancor prima di conservarne l’aspetto materiale. Proprio come per una persona, essere presenti a sé stessi è condizione fondamentale per potersi raccontare agli altri. Il Centro Studi di Fondazione Augusto Rancilio si occupa per questo di recuperare, studiare e catalogare i materiali inerenti le collezioni FAR e Villa Arconati. Conoscere per valorizzare. Alcune opere giocano sul tema del doppio, che viene amplificato dal posizionamento di uno specchio reale. Lo specchio è un invito ai visitatori a diventare parte attiva della mostra: potranno scattarsi fotografie con il proprio cellulare ispirandosi alle opere esposte. Le foto potranno essere, poi, condivise tramite i social.

Sala 5
Riconoscere e conservare la presenza materica di un luogo, di una persona o di un oggetto è parte fondamentale della sua stessa esistenza. E' anche questa presenza, quindi, che FAR sta tutelando con il suo progetto di recupero. L’ultima stanza conclude il dialogo sul significato di presenza e con la sua doppia vista, sul parterre e sul teatro dei limoni, è un punto privilegiato per guardare i tanti lavori condotti nel parco storico dalla Fondazione Augusto Rancilio.

FOTO GALLERY CORRELATA

AMICI DI VILLA ARCONATI