dal 24 apr 2018

Sguardi Nuovi per Antiche Stanze Attività culturali

dettagli evento

  • INFO

  • DATA

  • INGRESSO

Sguardi Nuovi per Antiche Stanze Attività culturali

Sguardi nuovi per antiche stanze. La collezione Kiron a Villa Arconati FAR

Per la stagione espositiva 2018 Villa Arconati FAR propone una selezione di opere degli artisti più rappresentativi della cospicua collezione radunata a Parigi da Espace Kiron fra anni Ottanta e Duemila.

A ciascuno degli artisti che in questi trent'anni hanno intessuto un rapporto continuativo con la galleria, infatti, è stata riservata una sala del piano nobile dell’edificio, in modo da costituire sei sezioni monografiche che restituiscono un ritratto sintetico delle ricerche di Antoni Taulé, Pierluigi Bellacci, Peter Deckers, in arte Varozza, Jean-Luc Guérin e André Queffurus, a cui si aggiunge Emanuele Gregolin, la cui presenza in collezione testimonia la continuità degli intenti di incentivo per i giovani artisti promossi prima da Kiron e ora da FAR.

Ideata nella prospettiva di una esposizione permanente che ripensa le stanze della villa in un rapporto dialettico fra antico e moderno, questa mostra fa per la prima volta il punto sulla singolare esperienza di mecenatismo “d’impresa” compiuta da Espace Kiron, costituendo al contempo la prima occasione di documentazione rappresentativa per gli artisti che maggiormente hanno legato la loro storia a questa illuminata e inedita iniziativa culturale.

Novità Ottobre 2018: La mostra di arte contemporanea che vede esposte alcune tra le opere più rappresentative della collezione d'arte contemporanea di Kiron Espace al Piano Nobile di Villa Arconati-FAR, si arricchisce di una nuova sezione al piano terra, con due sale dedicate ad altri due “sguardi” degli artisti tra i più rappresentativi del panorama artistico di Kiron: Josep Uclés e James Brown.

Josep Uclés (1952 in Badalona, Spagna – 2013 a La Roca del Vallés, Spagna)
Negli anni ’70 del Novecento fece parte del movimento neoespressionista: i suoi grandi quadri sono espressivi e luminosi con colori intesi ed emotivi. Il suo lavoro evoca una nuova dimensione ricca di magiche connotazioni, un luogo abitato da esseri antropomorfi ed eterei che vagano nello spazio coscmico. Josep Uclés ci racconta il nostro mondo e il nostro tempo attraverso immagini al di là del ragionamento.

James Brown (1951 a Los Angeles, USA)
In lui si osserva una ricerca indirizzata alla riflessione sul simbolo e sulla realtà, legate fra di loro con spiccata sensibilità. La sua ricerca tende sempre di più a raffigurare piccoli segni, composizioni di materiali, insieme a campiture cromatiche che vanno a segnare il retro di antiche carte geografiche applicate sul lino. Il lavoro di Brown è diventato, nel corso degli anni, una profonda e complessa riflessione sull’esperienza del sensibile e sull’esistenza del viaggio, inteso come viaggio interiore.



Villa Arconati-FAR
Dal 29 aprile - visitabile nel corso delle giornate di apertura al pubblico
Ingresso libero (previo acquisto del biglietto d’ingresso € 5,00)

Esposizione a cura di Luca Pietro Nicoletti
Catalogo italiano/inglese a cura di Luca Pietro Nicoletti con la collaborazione di Martina Bortoluzzi e testi di Sonia Corain e Carlo Pecorari